RADIODIAGNOSTICA

La radiologia diagnostica o radiodiagnostica è la branca della medicina che si occupa di realizzare e interpretare immagini radiologiche ottenute attraverso l’uso di particolari radiazioni ionizzanti (raggi X). Più comunemente, oggi si tende a fare riferimento a un’espressione più ampia e sfaccettata come quella della diagnostica per immagini, che, oltre alla radiologia diagnostica, comprende anche l’ecografia, la quale utilizza gli ultrasuoni e la risonanza magnetica, basata sulla risonanza dei nuclei atomici. Le tre tecniche differiscono tra loro soprattutto sulla base del principio fisico che permette di ottenere tali metodi.
Presso lo Studio Lovero si effettuano i servizi di radiodiagnostica anche a domicilio.

Il centro è specializzato in:

  • Esami Radiologici

  • Ecografie

  • Risonanza Magnetica

  • Diagnostica odontoiatrica

  • OPT digitale

  • T.C. Cone Beam 3D

  • Telecranio

L’attività svolge diverse tipologie di esami come:

ECOGRAFIA INTERNISTICA
L’ecografia è una metodica diagnostica non invasiva che utilizza ultrasuoni (onde sonore) emessi da particolari sonde appoggiate sulla pelle del paziente, per generare immagini di organi, tessuti e strutture sottocutanee del corpo. Tale metodica è utilizzata routinarimente in ambito radiologico, internistico, cardiovascolare ed ostetrico, ed è considerata un esame di base rispetto a indagini più complesse come la Tomografia Computerizzata (TAC) o la Risonanza Magnetica (MRI). L’enorme successo riscontrato dall’ecografia nei suddetti ambiti è stato favorito dalle sue grandi potenzialità diagnostiche e dagli indubbi vantaggi presentati da questa metodica, come la totale assenza di effetti biologici dannosi per il paziente, l’economicità, l’elevata ripetibilità e la rapidità di esecuzione dell’esame.

ECOGRAFIA MUSCOLO-SCHELETRICA
L’ ecografia muscolo-scheletrica o muscolo-tendinea consente di rispondere in maniera rapida ed economica alla maggior parte dei quesiti clinici nel campo delle più comuni problematiche muscolo-tendinee ed articolari.’ effettuata con l’impiego di sonde di ultima generazione ad alta frequenza, permette una valutazione ottimale delle strutture muscolari, consentendo una distinzione delle diverse componenti anatomiche, delle strutture tendinee e mio-tendinee e delle articolazioni nei settori “accessibili” attraverso l’ ecografia. In questo caso, il termine “accessibile” sta a significare che la parte anatomica che desideriamo esaminare è posizionata in maniera tale da permettere alla sonda dell’ecografo di inviare gli ultrasuoni in modo ottimale ottenendo in risposta un flusso di dati interpretabili correttamente dall’ecografo stesso. Condizione necessaria questa per produrre un’immagine tale da consentire al radiologo di effettuare la sua diagnosi.

RISONANZA MAGNETICA
Una tecnica diagnostica che fornisce immagini dettagliate del corpo umano utilizzando campi magnetici senza esporre il paziente a nessun tipo di radiazioni ionizzanti. Viene utilizzata per la diagnosi di una grande varietà di condizioni patologiche perché permette di visualizzare scheletro e articolazioni.
Per eseguire l’esame al paziente viene chiesto solo di distendersi su un lettino e di restare fermo e rilassato per tutta la durata dell’esame.

ECOGRAFIA GINECOLOGICA
L’ecografia ginecologica consente, attraverso l’impiego degli ultrasuoni, di osservare in modo preciso tutti gli organi interni del basso addome (pelvi) della donna (apparato genitale interno e apparato della riproduzione).

ECOGRAFIA VASCOLARE (CON DOPPLER)
L’ecocolordoppler vascolare è una metodica diagnostica ecografica, che permette la visualizzazione dei principali vasi sanguigni associando l’ausilio della tecnica color ( ovvero la visualizzazione diretta del flusso sanguigno e la sua direzione; rosso se il flusso si avvicina alla sonda; blu, se si allontana dalla sonda) alla tecnica doppler (ovvero l’analisi dei flussi nei vari distretti esaminati). L’ecocolordoppler è una tecnica che fornisce in modo diretto ed in tempo reale la condizione vascolare. L’ecocolordoppler rappresenta quindi l’esame di scelta per la diagnosi e lo screening delle malattie vascolari, sia arteriose che venose.